Cultura

Cosa fare a Riva del Garda

Miglior tariffa garantita

Museo Ciclocollection

In questo piccolo museo gli appassionati della bicicletta potranno visionare una collezione rara ed esclusiva (circa 100 biciclette) di due ruote d'epoca: biciclette da passeggio, da lavoro, tandem, da competizione, da bambino fino ad arrivare alle biciclette “militari”.

Un viaggio storico denso di fascino per ripercorrere a ritroso l'evoluzione della bicicletta. Tra i marchi più prestigiosi si possono trovare: Bianchi, Legnano, Peugeot, B.S.A, Alcyon, Condor, Cinelli, Rudge, Humber, Gloria, Bartali, Gerbi, Dei, Stagni, Columbia, Naumann.

Questa esposizione curata da Farè Pierluigi, appassionato di biciclette, che ormai da più di vent'anni rievoca la storia della bicicletta, è un'incantevole visita che porterà i visitatori a capire e conoscere un mondo che ci appartiene e che purtroppo va via via scomparendo...

...Un mondo senza biciclette sarebbe
come un sonno senza sogni...

Il museo è visitabile gratuitamente su prenotazione (presso il nostro hotel).

Per informazioni: www.ciclocollection.it

Museo Riva del Garda

Sede del Museo di Riva del Garda è la Rocca, l'antica fortezza medievale a specchio sul lago costruita nel XII secolo in seguito all'accordo fra il principe vescovo di Trento, Altemanno, e i cittadini di Riva.museo riva

L'Ottocento fu il secolo che vide le principali modifiche strutturali dell'edificio, a base quadrata con quattro torri: furono infatti abbassate le torri angolari, pur rimanendo una torre principale, il Mastio, dal quale è possibile dominare a vista il lago e la città.

Una preziosa raccolta di quadri ed un'importante collezione archeologica sono conservate nel Museo di Riva del Garda.

La Pinacoteca illustra secolo dopo secolo l'evolversi della cultura figurativa in area gardesana, documentandone la peculiarità, dovuta alle molteplici influenze derivanti dalla particolare collocazione geografica, quale terra di confine.

Le opere appartengono ad un arco cronologico che dal ‘400 arriva fino ai giorni nostri e testimoniano il passaggio dall'arte figurativa a sfondo religioso alla pittura paesaggistica e alla grafica del ‘900. Tra gli altri Pietro Ricchi, Francesco Hayez e Vincenzo Vela.

Ricerca e valorizzazione del dei beni culturali caratterizzano il museo, che ogni anno propone mostre espositive, eventi artistici e visite, alla scoperta del ricco e antico patrimonio culturale del territorio.


Orari:
da marzo a novembre
10.00 – 12.30 / 13.30 – 18.30 (lunedì chiuso)
luglio, agosto e settembre aperto tutti i giorni


Per informazioni: www.museoaltogarda.it

Museo delle palafitte

A Molina sulla riva orientale del lago di Ledro, il villaggio palafitticolo dell'età del Bronzo.

Punto di riferimento per gli studiosi dell'età del Bronzo (1800-1300 a.C. circa) e per gli appassionati di archeologia, il Museo delle palafitte conserva manufatti risalenti ad oltre 4000 anni fa, raccolti nell'insediamento palafitticolo del suggestivo lago di Ledro.

Istituito alla fine degli anni Sessanta a Molina di Ledro, il museo conserva i raffinati prodotti artigianali che sono stati ritrovati nel 1929 in occasione di un forte abbassamento del livello delle acque del lago a scopo idroelettrico, quando venne alla luce uno dei più importanti villaggi palafitticoli di tutto l'arco alpino.

Sede distaccata del Museo Tridentino di Scienze Naturali, il museo è dedicato all'educazione ecologico-ambientale ed alle attività didattiche di archeologia imitativa. Le visite guidate e le iniziative, che comprendono laboratori di scheggiatura della selce o l'impasto della ceramica, sono proposte, su prenotazione, dagli operatori archeologici. Dal 2006 nel prato davanti al museo è stato ricostruito un villaggio palafitticolo per la simulazione della vita nella preistoria, a scopo divulgativo.

Orario:
MARZO - GIUGNO: 900 - 1700 (chiuso il lunedi)
LUGLIO - AGOSTO: 1000 - 1800
SETTEMBRE - NOVEMBRE: 900 - 1700 (chiuso il lunedi)
ALTRI PERIODI: chiuso

Per informazioni: www.palafitteledro.it

Cascata del Varone

La cascata del Varone è una delle attrazioni naturalistiche più apprezzate di tutto l'Alto Garda; l'accesso al pubblico fu consentito fin dall'inaugurazione avvenuta il 20 giugno 1874 al cospetto del Re di Sassonia Giovanni e del Principe Nicola del Montenegro.

Da allora il Parco Grotta Cascata Varone è divenuto una delle mete preferite del rismo gardesano dove, anche grazie al parco picnic a disposizione di tutti e ai parcheggi gratuiti, risulta particolarmente piacevole effettuare una sosta.

La cascata è alimentata dalle perdite sotterranee del bellissimo lago di Tenno che formano il torrente Magnone il quale va a cadere fragorosamente nella forra con un balzo di quasi 100 metri. Questo raro spettacolo naturale è apprezzabile in tutta la sua imponente bellezza grazie ai camminamenti che consentono di ammirare il salto d'acqua da due punti differenti: uno inferiore e uno superiore.

Solo 50 metri dopo la biglietteria, ospitata in un interessante edificio progettato all'inizio del secolo scorso dal famoso architetto Giancarlo Maroni (conosciuto ad esempio per aver progettato il Vittoriale degli Italiani, residenza di Gabriele D'Annunzio a Gardone Riviera), si raggiunge l'accesso alla grotta inferiore. Qui si osserva il lavoro di erosione delle rocce calcaree svolto dall'acqua in circa 20.000 anni; ci si addentra nella forra fino a raggiungere la parte finale della caduta dell'acqua.

Ritornando brevemente sui propri passi si sale attraverso il parco e il giardino botanico dove si possono ammirare molte varietà di colture, anche non autoctone, che convivono perfettamente grazie al particolare microclima gardesano. Al termine di questa piacevole passeggiata si raggiunge finalmente la grotta superiore, principale punto di osservazione della cascata. L'accesso è reso possibile grazie ad un tunnel di circa 15 metri, scavato dall'uomo, che conduce fino dentro la montagna: la scena è impressionante. Siamo di fronte ad una vera e propria voragine, una gola fantastica completamente scavata dall'acqua, della profondità di quasi 100 metri.

Il fragore, le correnti d'aria e l'acqua vaporizzata vi avvolgeranno totalmente facendovi vivere un'esperienza unica nel suo genere.

Orario:
MAGGIO/GIUGNO/LUGLIO/AGOSTO: 900 - 1900 (tutti i giorni)
APRILE e SETTEMBRE: 900 - 1700 (tutti i giorni)
MARZO e OTTOBRE: 900 - 1800 (tutti i giorni)
NOVEMBRE/DICEMBRE/GENNAIO/FEBBRAIO: 1000 - 1700 (solo domenica)
Dal 26 DICEMBRE al 6 GENNAIO: 1000 - 1700 (tutti i giorni)

Per informazioni: www.cascata-varone.com